POTREMMOS

Syriza-Party-Greece

La vittoria del NO ad Atene, con il trionfo di Syriza e Tsipras, dopo quella di Podemos in Spagna, ha galvanizzato ciò che resta della sinistra italiana nella sua variegata e folkloristica accezione. Già durante la festa in piazza Syntagma, i leader della sinistra italiana hanno provato a rimettere assieme i cocci, per avviare un processo come quello realizzato con successo da Tsipras. 

Sono state formulate diverse ipotesi. La più accreditata vorrebbe un movimento più vasto (il cui nome sarebbe “Potremmos”) di cui la Syriza italiana, SI.RE.NA. ne sarebbe il fulcro. Un nome, SIRENA, che richiama il mito di Odisseo che legherebbe indissolubilmente le culture italiana e greca. SI.RE.NA. sta per SInistra REsuscitata Naturista. Naturista perché spogliata dei vecchi dogmi e senza cachemire, cravatte Marinella, abiti Armani, né scheletri nell’armadio, per presentarsi “nudi e puri” al confronto politico.

Del resto IL GIORNALE aveva già anticipato la tendenza, pubblicando foto nude della Presidente della Camera e del Presidente di SEL.

faro

Come simbolo della nuova formazione sono al vaglio due proposte: un porto e/o un faro. Il primo rappresenta l’approdo nella sicurezza; il secondo, una guida sicura per i dispersi e i naufraghi. La scelta probabilmente cadrà sul FARO, perché, secondo l’opinione dei più, la sinistra italiana sarebbe già “un porto di mare”. Sul FARO, però, peserebbe il parere negativo della componente femminile, in quanto simbolo fallico per eccellenza.

La soluzione potrebbe venire da una terza proposta: “SCOGLIO”, che richiamerebbe comunque la gloriosa tradizione marinara, rappresenta la forza e la durezza, ma senza aggressività, rimane comunque un approdo sicuro per naufraghi e nuotatori in difficoltà, è pullulante di vita, ricco come è di cozze, patelle, alghe, gamberetti…e ridarebbe un’accezione positiva all’espressione più aderente alla sinistra italiana: “Prendere un granchio”.

I creativi sono già al lavoro per l’inno della SI.RE.NA.; più che un inno sarà un canto capace di ammaliare e attirare gli elettori dispersi e disorientati. Questa la prima strofa: “Avanti laggente sempe più stanca, bandiera bianca, bandiera bianca. Avanti laggente sempre più stanca, bandiera bianca ammainerà”.

Per quanto riguarda il leader, si pensa di individuare un esponente di sinistra che abbia un cognome in assonanza con Tsipras. Sono allo studio TSIFASsina; TSIFRAtoianni e TSIPRASciti. Secondo alcuni, il leader dovrà essere maschio e di età compresa fra i 30 e i 40 anni, di corporatura atletica e con barba, per richiamare l’iconografia di Ulisse.

Fassinavendola_nichi_-_al_pride_di_roma_16-6-2007_-_4_-_foto_giovanni_dallorto

Queste tre condizioni, però, eliminerebbero in un colpo solo moltissimi degli attuali pretendenti alla leadership i quali, nel corso di un incontro segreto, si sono posti l’annoso quesito: “Che fare?”, a cui pare che abbiano risposto rispolverando l’antica e furibonda gara “a chi è più a sinistra”.

E, con questo, hanno affogato anche la SI.RE.NA.

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...