ISTITUISCONO LA “FESTA DELLA FAMIGLIA” MENTRE DA 3 ANNI STANNO FACENDO LA FESTA ALLE FAMIGLIE

Forconi

UN UOMO, UNA DONNA, UN ALTRO UOMO, UN’ALTRA DONNA: LA FAMIGLIA NATURALE

 

L’animo di certi politici, quando sentono la parola “GAY”, si eccita. E si sa, in fase di eccitazione la capacità di ragionare cala, lasciando spazio all’invettiva, all’ingiuria, alla distorsione della realtà. E’ quello che è successo a Cordenons quando Platinette, dopo 5 mesi dall’evento, ha presentato un’interpellanza “contro” le unioni gay, facendo confusione, come al solito, fra chi ha organizzato l’evento (l’Atap e non il Comune), sullo scopo dell’evento ( eliminare il bullismo omofobico dalle corriere). Il lettore distratto potrebbe chiedere come mai Platinette (alias “Chioma Dorata”) si sia svegliato con 5 mesi abbondanti di ritardo. La risposta è semplice: allora (marzo scorso) Platinette era Assessore (purtroppo) e faceva organicamente parte della maggioranza. Poi (a metà luglio) è stato silurato non perché incapace, ma solo perché aveva osato votare contro il bilancio. A marzo, quindi, per Platinette andava tutto bene. Il Sindaco poteva partecipare tranquillamente al convegno organizzato dall’Atap contro l’omofobia; avrebbe potuto anche organizzare un “Gay Pride” a Cordenons e Platinette avrebbe tranquillamente accettato. Ma adesso…

Infatti appena è stato silurato ha minacciato la sua ex maggioranza, facendo intendere oscure e misteriose manovre.

Ongaro de benedet 1 001

 

Altro animo eccitato, quello della segretaria cittadina dell’UdC, ha seguito a spada tratta Platinette, aumentando la confusione e la distorsione della realtà, sproloquiando contro le unioni gay ed esaltando la “Famiglia Naturale/Tradizionale”, formata da un uomo e una donna.

Poi, probabilmente avvertita da qualcuno che legge le cose, invece di inventarsele, ha corretto parzialmente il tiro.

Però bisogna capirla: deve fare tutto da sola. Si convoca, si riunisce, interviene, si vota ed infine invia i comunicati alla stampa, mentre i suoi ex iscritti sono perennemente in movimento nel tentativo di accasarsi in qualche lista o partito un po’ più animato.

Infine, a calare l’asso di bastoni, interviene il consigliere Bottosso con un OdG contro “l’omosessualismo” e, naturalmente, a favore della “Famiglia Naturale/Tradizionale” composta, ovviamente, da un uomo e da una donna. Altrettanto ovviamente tutti sanno che la Famiglia cui fanno riferimento costoro è formata da un LUI, una LEI, un altro Lui ed un’altra Lei (nella migliore delle ipotesi), è basata sulle corna e sul femminicidio, quando Lui scopre l’altro Lui.

La cosa si fa grave quando Bottosso lascia intendere che senza la convergenza di tutta la maggioranza sul suo OdG, potrebbe passare all’opposizione

COLPO DI SCENA!

La Lega dichiara che non avrebbe votato l’OdG di Bottosso così formulato.

PANICO, RISSA, CAOS, ACCUSE, CONTROACCUSE.

INSOMMA LA MAGGIORANZA TORNA IN ALTO MARE COME DA OLTRE DUE ANNI. BASTA UN NONNULLA PER APRIRE FALLE IN GRADO DI AFFONDARLA.

POI UN INCONTRO AL VERTICE FRA SINDACO, BOTTOSSO E I CAPIGRUPPO DELLA MAGGIORANZA PER TROVARE UN’INTESA. ALLORA TOGLI QUESTO, AGGIUNGI QUEST’ALTRO, SMUSSA LA PRIMA PARTE, CORREGGI, ELIMINA. POVERETTI, SONO ATTACCATI AD UNA VIRGOLA, AD UNA PAROLA, AD UNA SFUMATURA. IL SINDACO NON PUO’ PERMETTERSI DI PERDERE NEMMENO UN CONSIGLIERE PER NON DIVENTARE MINORANZA. ALLORA E’ COSTRETTO AD UBBIDIRE A TUTTI I CAPRICCI E A TUTTI I RICATTI CUI E’ SOTTOPOSTO.

Infine, raggiunta l’intesa, nell’OdG di Bottosso verrà istituita anche una “Festa della famiglia”.

 

OdG FAMIGLIA 002

Ma fatemi capire, non son mica stati i gay ad impedirvi finora di tutelare la famiglia naturale. Forse son stati quelli dell’opposizione, i sindacati, i poteri forti, le banche, la massoneria, il grande capitale, l’Islam? E allora, come mai, invece che tutelarla, ‘sta benedetta famiglia naturale, da tre anni l’avete massacrata di tasse e aumenti di tariffe (mensa, trasporti scolastici, raddoppio addizionale comunale, aumento delle rette alla casa di riposo…)? Cos’è, eravate un po’ distratti?

Il colmo è che proprio Bottosso, durante la discussione sul bilancio, aveva proposto di non erogare il pasto ai bimbi i cui genitori sono in ritardo con il pagamento dei buoni mensa. Così, tanto per sostenere la Famiglia Naturale. L’ha fatto a fin di bene, ovviamente, per riunire le famiglie naturali al completo durante il pranzo! Ma solo quelle che non possono pagare.

In ogni caso le famiglie naturali e tradizionali devono ringraziare i gay per le loro iniziative, perchè solo così il centrodesra si ricorda delle famiglie, salvo poi non fare nulla lo stesso

Annunci

Un pensiero su “ISTITUISCONO LA “FESTA DELLA FAMIGLIA” MENTRE DA 3 ANNI STANNO FACENDO LA FESTA ALLE FAMIGLIE

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...