DIVISI SU TUTTO – UNITI PER LE POLTRONE

 Una soffiata anonima (proveniente dall’interno del centrodestra) getta una nuova luce sullo scenario politico cui assisteremo nei prossimi 20 giorni, periodo in cui la pseudo maggioranza che ha finora sgovernato a Cordenons, dovrà fare tutto il possibile per ricomporre le fratture e mettere un freno alla litigiosità che, unita all’incompetenza, li paralizza. Dunque la voce ben informata rivela che è in atto uno scontro furibondo fra le due fazioni contrapposte: da un lato Lega e Pidielle; sul fronte opposto, Forza Italia. In mezzo, come sempre, la Lista Vampa-Monti-Udc-ccd-Cdu-cuccurucù paloma. Lo scontro (senza esclusione di colpi dall’uno e dall’altro schieramento) finora si è manifestato sotto gli occhi di tutti con risse, insulti, sfottò, boicottaggi, tradimenti, fughe, dimissioni imposte, cambi di casacca, minacce, dispetti, menzogne, dossier, rivelazioni…

Ma adesso, giura la fonte “interna”, tutto sembra essersi ricomposto, con la vittoria del fronte Lega e Pdl che ha così potuto imporre a tutta la maggioranza la propria soluzione alla crisi che consiste nell’uso di dosi massicce di “LEGA ATTAK”. L’altro fronte (Forza Italia) proponeva come soluzione alla crisi l’utilizzo di viti e bulloni per inchiavardarsi alle poltrone.

aTTAK 5

Dopo aver chiesto e pagato (con i nostri soldi) un parere legale, il Sindaco distribuirà a tutti i componenti della Maggioranza un tubetto di “Lega Attak” da utilizzare al più presto, per restare perennemente attaccati alla poltrona. Unica avvertenza sarà quella di ricordarsi di utilizzare mutande di ferro per non correre il rischio di dolorosissime “cerette” nelle parti intime.

Su proposta di Serio, neo Assessore “Alle casette”, è stato commissionato un inno che sancisce la “pace” fra le fazioni della pseudo maggioranza. l’inno, scelto all’unanimità, si intitola “CON LE VITI, LA COLLA E I BULLONI”. Dopo la richiesta di un ulteriore parere legale (pagato con i nostri soldi), l’inno sarà inserito nel Regolamento delle Adunanze e cantato all’inizio di ogni Consiglio, al posto dell’obsoleto inno nazionale. Pare anche che il Maestro Ongaro l’abbia apprezzato tanto che intende proporlo per lo spettacolo di fine anno scolastico 2014/2015, per insegnare ai giovani come ci si deve comportare da veri padani.

CON LE VITI, LA COLLA E I BULLONI

(Vampa-Del Pup; musica del Maestro)

 

Con le viti

La colla e i bulloni

Se la carega

vi scivola giù

Con la regia

Dei legaioli

Vi attaccate

Con le chiappe lassù

Mentre tutta la gente è stupita

Nella piazza bruciata

Dal sol

Vi inchiavardate

sulle sedie adorate

con robustissime viti e bullon.

bULLONE

 

Con le viti

La colla e i bulloni

Quando i voti

Non arrivano più

Sotto il peso

Di mille dolori

Vi attaccate

Con le chiappe lassù.

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...