LA SAI L’ULTIMA?

 Magraid 2

NOI FOLPI VEDIAMO (E ASCOLTIAMO) COSE CHE VOI UMANI NEPPURE OSATE IMMAGINARE…

…palestre fotovoltaiche autoreggenti bloccate alle porte di Villa d’Arco, navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, inaugurazioni di targhette in piazza in pompa magna-magna, i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser, Assessore platinato emettere suoni disarticolati al cospetto dei maggiorenti della città di Folpenons e della Provincia, un pregiudicato per reati contro il paesaggio nominato (dal Sindaco) Presidente della Commissione per il Paesaggio E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. È tempo di dimissioni.

Pensavamo di averne viste e sentite di folpe e di crude e ci sembrava di aver già toccato il fondo per le numerose figuracce che la città ha già fatto, per colpa degli interventi dell’Assessore, ma abbiamo dovuto ricrederci. L’Assessore ci stupisce sempre, è avanti, più avanti, è oltre qualsiasi concetto umano di figuraccia, è nell’iperuranio, nello spazio siderale, al di là del bene e del male, oltre i confini della decenza, nel grande buco nero, nello spazio sublime fra il senatore Razzi e Scilipoti. Da questa posizione ha ingaggiato una vera e propria Guerra Stellare con la grammatica, la logica, l’opportunità, la serietà, lo stile…ed ha vinto su tutti i fronti, facendo strame del decoro istituzionale e, purtroppo, della credibilità dell’intera città.

Chiunque verrà dopo di lui e di loro, dovrà impegnarsi in anni di duro lavoro per restituire alla città quella credibilità oggi irrimediabilmente compromessa.

La nuova figuraccia ha avuto come scenario la presentazione di “Magraid”, lodevole iniziativa che, anno dopo anno, riscuote sempre più successo ed interesse. Il nostro baldo Assessore, platinato al punto giusto, si è presentato con un’ora di ritardo, a manifestazione quasi conclusa. Gli è stato consentito di portare il saluto dell’Amministrazione di Cordenons (città dove si svolge la gara). A questa cerimonia, a testimonianza dell’importanza che riveste l’iniziativa, erano presenti:

Cesare Bertoia (vicepresidente Cciaa), Marco Martani (Procuratore della Repubblica di Pordenone), Sergio Bolzonello (vicepresidente della Regione Fvg), Sergio Lucchetta (presidente del Consorzio Turismo di Pordenone), Francesca Papais (sindaco di Zoppola), Daniele Michelin (assessore di San Quirino), Piero Miccoli (presidente regionale Ussi), Giovanna Santin (vicepresidente Consorzio Turismo Pordenone), Paola Cadamuro (Unipol assicurazioni), Marinella Ambrosio (presidente regionale del Comitato italiano paralimpico) e Roberta Bolzoni (Gip del Tribunale di Pordenone).

De Benedet

Di fronte a tale qualificata rappresentanza, il nostro “eroe”, per nulla intimorito, si alza, ingaggia e vince una lotta rapidissima contro la lingua italiana e così interviene (dalla testimonianza oculare ed auricolare di un partecipante): “Bè dei magredi gavè dita tuto voi e no serve dir altro, ma dovè saver che i vol far tra il parareit e il cross una central bio-masse e voi dovè protestar, andar là con i cartei, far strissioni…“, a questo punto l’organizzatore dell’evento gli ha tolto il microfono (tra le risate di scherno e l’imbarazzo generale), dicendogli che in quella sede non si faceva politica ma si presentava una manifestazione sportiva.

Per tutta risposta, invece di chiedere scusa, l’ineffabile Assessore, meglio conosciuto come “Platinette” o “Chioma Dorata”, con l’atteggiamento dell’offeso, ha abbandonato la sala! L’unico cordenonese presente è stato fatto oggetto, dapprima con gli sguardi (durante l’Intervento di Platinette) e poi a voce, di sfottò e considerazioni poco lusinghiere sulla rappresentanza politica di Cordenons.

A parte l’inopportunità dell’intervento di Platinette, vorremmo ricordargli che, purtroppo per i cittadini, è Assessore e fa parte integrante della Giunta. Quindi la decisione sulla richiesta della centrale bio-masse spetta a lui e ai suoi colleghi di Giunta. Se gli altri sono favorevoli alla concessione dell’autorizzazione, faccia la sua parte con dignità e si dimetta e costringa alle dimissioni un Sindaco ed una Giunta che hanno già provocato numerosi e costosi danni alla città.

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...