LA MUSICA E’ FINITA, GLI ALPINI SE NE VANNO E VOLANO GLI STRACCI…

serio 2

 

Serio alpini 001

Volano stracci e… penne nere

Ci siamo. La musica è finita, gli alpini se ne vanno…Dopo la sbornia nazional-popolare, fatti due conti, ci si accorge che le promesse di incasso si sono rivelate false ed infondate. Il neo Assessore “Alle casette”, Andrea Serio, dopo aver profuso sovrumane energie, supportato da Cozzarin de “Li boteghis”, nell’organizzare nientepopodimenochè l’opera epocale, definita pomposamente “Il villaggio degli alpini” in Piazza della Vittoria, ha scoperto che di alpini se ne sono visti ben pochi.

Secondo Serio, i responsabili di questo clamoroso flop sono:

l’Ana, principalmente, perché aveva assicurato la presenza di 4000 alpini;

la Giunta, perché è stata troppo superficiale;

il Sindaco, perché non si è mai visto;

l’Atap, perché i bus navetta si fermavano a Sclavons, ignorando gli eventi in piazza.

Ma Serio, Cozzarin, gli esercenti della piazza, dove sono vissuti finora? Non sono bastate le clamorose prove di inefficienza totale dei 3 anni di questa Amministrazione? Possibile che c’è ancora chi si fida ancora di Platinette, di Ongaro, di Bidinost (Presidente Ana) e compagnia cantante di guitti e buffoni? Ma usare il cervello, no, eh?

Ma ci voleva poco a capire che gli alpini “ospitati” a pagamento a Cordenons dovevano servire a pagare i debiti della locale sezione Ana per la costruzione della loro sede? E se li sono tenuti ben stretti accampandoli vicino alla sede e al Palazzetto, distante 100 metri.

I dirigenti dell’Ana di Cordenons hanno informato gli alpini “ospitati” degli eventi organizzati?

La Giunta ha trattato con l’Atap, per far arrivare le navette in Piazza?

Il Sindaco, sempre presente e a disposizione dei cittadini, che sicuramente aveva tante cose migliori da fare, è stato informato dell’organizzazione degli eventi?

 

Casa di Barbie

Scorrendo l’elenco degli esercenti che hanno gestito le casette in Piazza, si scopre che la gran parte non sono di Cordenons (solo quattro su nove). Evidentemente i flop e le figuracce meschine rimediate dalla Giunta in precedenti occasioni, hanno aperto gli occhi anche agli esercenti locali che avevano già previsto il fallimento del “Villaggio degli alpini”.

Ma non sarà anche colpa di chi un recente passato ha parlato delle casette di Natale come di un grande successo? E chi sarà mai stato? C’entrano forse Cozzarin e Serio? Vale sempre il detto: “Se li conosci li eviti”…

Adesso che la SUA maggioranza incompetente gli ha rotto il giocattolo, il giovane Consigliere Serio di nome, si è indignato. Quando invece i suoi compari rompevano la città, lui reggeva il moccolo, votando favorevolmente e approvando tutte le vergogne possibili, compresa la nomina di un condannato per reati contro il paesaggio a Presidente della “Commissione per il paesaggio”!

Nel corso di questi tre anni, sia dai banchi del Consiglio, ma soprattutto negli incontri di maggioranza, ha avuto la possibilità di capire con chi cavolo aveva a che fare. Prove ne ha avute a volontà. Quindi non ha scusanti. Fa parte integrante anche lui, e a pieno titolo, dell’allegra combriccola che sta devastando la città. Adesso è talmente avvilito ed incavolato per il flop del suo Assessorato “Alle casette” che minaccia, addirittura, di presentare un’interpellanza o un’interrogazione.

Micidiale! La Giunta già trema, il Sindaco traballa, la mucca è nella stalla…

Interroga pure, interpella, Consigliere Serio. Possiamo già anticipare la risposta: Quattro parole di circostanza più qualche bugia e, per non farci mancare nulla, qualche accusa all’opposizione perché “nemica” degli alpini.

Ah, a proposito…sa Serio che in tal modo rischia di essere considerato “Nemico” degli alpini e disfattista antipatriottico?

cappello alpino

Per stavolta ci sentiamo di dare un consiglio al consigliere. Lasci stare le interpellanze e/o le interrogazioni. Quelle, si capisce, servono solamente per dare un contentino ai furiosi esercenti che VOI avete illuso, prospettando sicuri incassi. Se veramente vuole contribuire a salvare la città sa che ha a disposizione una sola arma:dimettersi!

AH, A PROPOSITO. NON MENO DI QUALCHE GIORNO FA, LA TRIADE DELL’ANA DICHIARAVA ALLA STAMPA, CON GRANDE SPREZZO DEL RIDICOLO, CHE LORO “i CONTRIBUTI PER L’ADUNATA LI VOGLIONO E LI MERITANO. LA GENTE (gli alpini) CHE OSPITIAMO PORTERA’ UNA RICADUTA ECONOMICA BEN SUPERIORE AGLI INVESTIMENTI”.

Beh, cercate di convincere, ADESSO, gli esercenti.

AMEN

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...