AL CITTADINO NON FAR SAPERE QUANTO E’ BRUTTO IL VOLTAGGIO CON L’AMPERE

ampere1


La Relazione della Commissione sulla palestra di Villa d’Arco ha comportato le dimissioni della Bottecchia e la sua sostituzione con Tomè, la cacciata di ben due assessori con referati importanti (lavori pubblici e urbanistica), la stesura di una mozione di sfiducia,  poi non depositata, il ricatto ad Ongaro esercitato da Forza Italia, l’abbandono del Sindaco da parte del suo partito, la revoca successiva di Tomè… ecc. ecc.  

Di fronte a questo terremoto e messo davanti alle proprie responsabilità, Ongaro, invece di pubblicare la Relazione sul sito del Comune, a vantaggio della trasparenza e della corretta informazione a tutti i cittadini, ha ben pensato di bocciare la proposta delle opposizioni, trincerandosi dietro a timori inesistenti di querele e diritti di privacy. Timori infondati, perché l’atto è pubblico in ogni sua parte, è stato ampiamente illustrato in Consiglio, persino adottato dall’Assemblea e pubblicato in Albo Pretorio come Delibera.

Ampere

La verità è che, come se non fosse già evidente, la Relazione scatta una triste fotografia sulla incompetenza di questo Sindaco e della sua maggioranza consigliare, già ampiamente nota, perché in tutta la città, ormai, è ben conosciuto il disastro totale generato da questo Sindaco, di cui tutti auspicano al più presto le dimissioni.

Per questo, e solo per questo, stanno cercando di nascondere la verità.

Alla censura si è ovviamente accodata Forza Italia, ligia ai nuovi doveri (in cambio di nuove poltrone), compresi quelli di tenere a tutti i costi in piedi un Sindaco in evidente difficoltà. Quando è stato chiesto al Sindaco di precisare se dice la verità Gardonio (che afferma sulla Stampa che il Sindaco era informato di ogni cosa circa la Palestra) o se la diceva lui quando alla Commissione Speciale riferiva di non sapere che nasceva senza impianto di riscaldamento, senza cappotto e senza pavimentazione adeguata, il Primo Cittadino ha inteso non rispondere perché, secondo lui,  sulla stampa ..”ognuno dice quello che gli pare” non ravvisando alcun contrasto tra le opposte dichiarazioni.

E’ ORA CHE IL SINDACO IMPARI AD ASSUMERSI LE PROPRIE RESPONSABILITA’ E A COMPORTARSI DI CONSEGUENZA, DIMETTENDOSI PER IL BENE DELLA CITTA’ E DEI CITTADINI

 

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...