LA LENTA AGONIA DEL GRANDE BUGIARDO

anzul 3

Il primo a sputtanarlo pubblicamente è stato Dino Venerus, storico leghista di Cordenons, subito dopo le elezioni, rivelando che prima del ballottaggio Ongaro aveva mentito agli stessi militanti leghisti, dando per già stipulato un patto con Del Pup che, invece, non lo era affatto. Subito dopo, però, Ongaro, per non dare soddisfazione, ha cominciato a sputtanarsi da solo. Nel varare la Giunta, prima afferma di voler confermare il numero di assessori della Giunta Mucignat (6) e poi ne nomina 7.

 ongaro 3

In un’altra intervista dichiara che “Nel costituire la giunta  ho mantenuto il principio di avere assessori che non fossero persone che in qualche modo abbiano avuto una lunga rappresentatività in ambito politico-amministrativo cordenonese. Ho voluto così dare una coerente risposta ai cittadini che mi chiedevano di portare figure nuove”. Invece, prima sceglie nientepopodimenochè Tomé come Presidente della Commissione per il Paesaggio (nonostante una condanna per un reato contro il paesaggio) e poi, ultimamente, dopo le dimissioni dell’assessore Bottecchia, lo nomina addirittura assessore.

Quando Del Pup e il Fritto Misto fanno finta di passare all’opposizione, Ongaro ha uno specie di scatto di orgoglio e chiede scusa ai cittadini per aver stipulato un’alleanza con Del Pup e ne chiede le dimissioni da Presidente del Consiglio “per coerenza” (4 luglio 2013). Poi, nel corso delle convulse trattative diurne/pomeridiane/notturne triangolari, quadrangolari e multiangolari svolte per evitare il rischio di soccombere di fronte all’iniziativa dell’opposizione di centrosinistra, lo stesso Ongaro scende a patti con Del Pup, che gli impone le dimissioni di Gardonio (il suo braccio destro) e di Redigonda (e forse di Pasqualini) e la nomina di assessori di area “Del Pup”. Ongaro, colto da uno scatto di poltrona, ubbidisce, salvando il culo, la poltrona ma non l’onore. Per Ongaro la coerenza vale, ma solo per gli altri.

Gardonio

 

Sentito dalla Commissione Speciale sull’affare Palestra autoreggente di Villa d’Arco, Ongaro a si è trincerato dietro ai “non so, non ricordo”. Invece il neosilurato assessore Fandonio ha dichiarato di essere molto amareggiato per questo, perché “aveva sempre informato il Sindaco dell’evoluzione dell’opera”.

Il Re dei Longobardi saluta il popolo

Infine c’è da segnalare la viva e vibrante presa di posizione del capogruppo di quel che rimane della lega “Qualora si decidesse sulla rimozione di Gardonio ci deve essere data una motivazione plausibile e costruttiva”. Beh, sì, in effetti…sarà data la stessa motivazione riferita per il siluramento di Bomben, cioè nulla. Allora i leghisti non fecero obiezioni, anzi applaudirono il Presidente del Consiglio Del Pup (allora stavano tutti insieme appassionatamente) che, alla richiesta dell’opposizione di riferire sulle cause della rimozione di Bomben, come prescritto dal Regolamento, rispose che in effetti il Regolamento lo impone…ma non dice “quando”. Campa cavallo…

 Il defenestrato Roberto Bomben

Insomma fra tutti questi nanerottoli politici spicca come un gigante l’ex assessore Bottecchia, l’inesistente “Chi l’ha vista”, che ha avuto uno scatto di dignità e si è dimessa anche da consigliere. Satyrifolp gliene rende merito. Se avessero avuto un po’ di dignità anche altri personaggi, oggi Cordenons non sarebbe sprofondata nel ridicolo e nella farsa.

 

CHi l'ha visto

Intanto, Fandonio non ci sta e promette battaglia, sentendosi tradito da Ongaro. Pare che su sua insistenza si era dimesso da consigliere, rimanendo in braghe di tela! Ma  solo adesso si rende conto dell’inaffidabilità di Ongaro? Non gli era bastato tutto quello a cui ha assistito per capire chi è veramente il “suo” Sindaco? Gli errori di valutazione si pagano, e duramente.

Fandonio tradito

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...