LA RELAZIONE SEGRETA DELLA COMMISSIONE D’INDAGINE (parte prima)

tunnel 002

Siamo in grado di anticipare la relazione della Commissione d’Indagine istituita segretamente nella scorsa primavera, per valutare la correttezza delle procedure per la realizzazione dell’importante opera pubblica della giunta Ongaro: il sottopasso di Via Troset, meglio conosciuto come “Tunnel of love” in omaggio al celebre inno dei “Dire Straits”. Nel corso della realizzazione della grande opera, portata a termine con sprezzo del ridicolo, un Consigliere di maggioranza, un tale Liason, aveva sollevato seri dubbi sulla correttezza delle procedure. Detto fatto, l’indefesso Consigliere propone l’istituzione di una Commissione d’Indagine: Proposta accolta e votata all’unanimità. All’inizio dei lavori, i Consiglieri eletti nella Commissione (uno per ciascun gruppo politico) procedono all’esame delle “carte” relative alla progettazione, all’appalto e alla realizzazione dell’opera. Riscontrando alcune anomalie, i Consiglieri, all’unanimità, decidono di procedere con le audizioni dei principali attori della vicenda: l’Assessore ai Favori pubblici, Fandonio; l’ingegnere progettista, Del Tozzo; il funzionario comunale, Bacin; il geometra Cicitì, responsabile della sicurezza del cantiere ed il Sindaco, Mario Tse Ong.

Le audizioni, per decisione unanime dei membri della Commissione, sono state registrate e trascritte. Siamo venuti rocambolescamente in possesso della loro trascrizione.

folpenons[1]

In data 24 giugno dell’anno 2013 dalle ore 16.00 alle ore 21.00, presso l’aula di Giunta del Palazzo municipale, i Commissari hanno proceduto all’audizione dei seguenti soggetti:

– Assessore Fandonio

– Ingegnere Del Tozzo

– Funzionario del Comune, Bacin

– Il Sindaco, Mario Tse Ong

– Il geometra Cicitì, responsabile della sicurezza del cantiere

Alle ore 16.05 i Commissari chiamano l’Assessore Fandonio che, però, risulta assente. Dopo alcuni minuti di attesa, il Commissario Santori, dello stesso partito dell’Assessore (Lega), in accordo con gli altri Commissari, decide di chiamare il suddetto Assessore con telefono cellulare con il viva voce. Al secondo tentativo Santori ottiene risposta dell’Assessore che viene così registrata e trascritta :

Santori: “Ehi, ti stiamo aspettando in Commissione!”

Fandonio: “Fossi matto, a presentarmi! Mi state aspettando per farmi un culo così, ma io mica sono scemo (risate di sottofondo), non mi farò fregare!”

Santori: “Ma…veramente..l’audizione per te è un’opportunità. Così puoi chiarire i dubbi e i sospetti che circolano ed uscirne pulito…sarebbe meglio per te…puoi portare  le tue carte…”

Fandonio: “Ma quali carte…sai che ci faccio io con le carte…No, no…mi state aspettando per infilzarmi…avete trasformato questa Commissione in un Tribunale del Popolo…Non mi avrete…mai!”

Santori (sempre più mogio e con voce flebile): “Ma…è nel tuo interesse…del partito…non puoi sottrarti così…sarebbe un’ammissione di colpevolezza…così ci trascini tutti nel fango”.

Fandonio (spazientito ed in modo sbrigativo): “Con te…poi… facciamo i conti nel partito…ti sei messo con quelli là…i comunisti…farai la loro stessa fine…” (chiude la conversazione).

Alle ore 16,30 si procede con l’audizione dell’ingegnere progettista dell’opera, il signor Del Tozzo.

Presidente della Commissione :”Come mai il progetto prevedeva un costo complessivo di 20.000 €

ed invece alla fine ci sono voluti 30.000 € per la sua realizzazione?”

Del Tozzo : “Mah, veramente non saprei spiegarmi tale lievitazione di costi. Probabilmente c’è stato un aumento del costo dei materiali dopo la progettazione…oppure errori di gestione del cantiere…non so…non è dipeso da me. Dovete chiederlo ad altri”.

Presidente: “Però la gara d’appalto si è svolta sull’importo di 20.000 €. Molte ditte, magari, non hanno partecipato perché con quell’importo non ci stavano con il lavoro…mentre…magari una ditta che già sapeva dell’aumento successivo…ne ha aprofittato…”

Del Tozzo: “Ah, basta! Non voglio più sentir parlare della Ditta “A Ti Ciulo”…del fratello dell’Assessore…sono stufo”!

Presidente: “Nessuno di noi ha accennato a fratelli e a ditta “A Ti Ciulo”. Risponda alle domande senza divagare. Nel progetto da lei realizzato abbiamo notato che manca la copertura del sottopasso. Potrebbe spiegarci questa…diciamo così..anomalia”?

Del Tozzo: “Ah, ci risiamo! Guardi che quelli là mi hanno…diciamo così…suggerito di tenermi basso con il costo complessivo e che poi, successivamente, avrebbero trovato ulteriori finanziamenti per delle migliorìe…”

Presidente: “Sì, va bene, ma progettare un sottopasso senza il tetto…”

Del Tozzo: “Ah, ma allora non avete analizzato bene il progetto…lì è scritto chiaramente che si tratta di sottopassaggio ad uso esclusivo durante le belle giornate senza pioggia…”

Fine della prima parte. Prossimamente il seguito.

Restate sintonizzati su Satyrifolp.

L’ALLEGRIA STA ARRIVANDO

STANNO PER ESSERE SEPPELLITI DA UNA RISATA

 

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...