DE BENEDET E IL PARQUET

pinocchio_nicouline_1944_003bDe Benedetparquet

TELENOVELA FOLPA IN 9 PUNTATE (per ora)

PERSONAGGI ED INTERPRETI:

Cesare De Benedet nel ruolo di Platinette, Assessore allo sport

Mario Ongaro nel ruolo del Sindaco bugiardo

Anna Fenos nel ruolo della Fiduciosa

Carlo Mucignat nel ruolo del Colpevole del passato

Gli alpini di Brescia nel ruolo dei Colpevoli del futuro

Le Associazioni sportive nel ruolo dei gabbati

Gli Assessori nel ruolo di comparse

Con la partecipazione straordinaria di Pinocchio,

suggeritore del Sindaco e della Giunta

 

 

 

 

 

1^ PUNTATA

Appena insediato, il neo Assessore De Benedet, detto “Platinette” per la fluente chioma biondo- platino, si trova a dover affrontare una terribile emergenza: una parte del parquet del Palazzetto dello sport di Via Avellaneda si solleva, suscitando le ire delle società sportive. Il nostro Platinette, da allora, mentre promette un giorno sì e l’altro pure di sistemare il parquet, inizia a rilasciare frequenti interviste alla stampa per indicare al popolo il colpevole di tale increscioso fenomeno, cioè  Carlo Mucignat, Sindaco dell’amministrazione precedente, colpevole di non aver fatto posare un parquet eterno che non si solleva mai.

2^ PUNTATA

Nell’incandescente scenario della calura agostana, il primo agosto del 2012, Anna Fenos, allenatrice della “Futura Volley” dichiara alla stampa: “A promettere un intervento era stato, nei mesi scorsi, l’assessore allo sport Cesare De Benedet. «Non da ultimo anche il sindaco, che ho sollecitato sul problema anche una ventina di giorni fa. Mi ha dato rassicurazioni che i soldi a bilancio ci sono e che provvederanno, e io voglio fidarmi».

3^ PUNTATA

Nel perdurare della calura, dopo una settimana, l’8 agosto, Platinette rilascia un’intervista allo stesso quotidiano in cui dichiara: “La volontà di rimettere a nuovo il parquet del palazzetto comunale c’è, ma tutto dipende se la Regione ci darà la copertura del mutuo che dovremmo sottoscrivere per coprire i costi. Parliamo di 120 mila euro, che al momento a bilancio non figurano”. Inizia lo sputtanamento reciproco con Platinette che dà del bugiardo al Sindaco e viceversa.

 

4^ PUNTATA

Oggi, 29 settembre (2012) mi son svegliato e….una buona notizia per l’Usc Volley, il Volley Futura e la 3Sbasket, le stesse che guardano con apprensione alla vicenda della palestra polifunzionale di Villa d’Arco promessa loro per l’inizio del prossimo anno (gennaio 2013). La Regione ha infatti stanziato i soldi per interventi urgenti di sistemazione straordinaria della pavimentazione del parquet del palazzetto dello sport di via Avellaneda. Al Comune di Cordenons arriveranno cioè 50 mila euro di contributo per la sistemazione della pavimentazione del palazzetto che da tempo verte in cattive condizioni, mettendo a rischio la stessa incolumità dei giocatori. Da mesi infatti le società sportive che utilizzano la struttura sono in attesa che l’amministrazione comunale metta mano al parquet. Promessi per l’estate appena conclusa (2012), prima cioè della ripresa dei campionati in cui militano le prime squadre della pallavolo maschile e femminile e del basket, di fatto i lavori devono ancora partire.

 

 

5^ PUNTATA

E scherzando e ridendo, arriva l’autunno. Siamo al 7 ottobre 2012. Platinette continua a rilasciare interviste, mentre il parquet attende invano un suo intervento risolutore. Slittano infatti a primavera (2013) i lavori di messa a nuovo dell’intera pavimentazione dell’impianto sportivo, promessi dall’amministrazione comunale già per l’estate precedente (2012). In una delle tante interviste, Platinette afferma: “50 mila euro dovrebbero arrivare a breve, ma non saranno sufficienti a coprire l’intera spesa, che si aggira a preventivo sui 120 mila euro. I 70 mila mancanti li si dovrà trovare o nelle pieghe del bilancio di fine anno, oppure accendendo un mutuo”. Secondo Platinette, però, questa dovrebbe essere davvero l’ultima stagione di allenamenti e partite su un parquet disastrato.

6^ PUNTATA

Ed anche l’autunno del 2012 passa, cedendo il passo al Capitan Gelo. Passano pure S. Lucia, S. Nicolò, Babbo Natale e la Befana senza che nessuno di questi si ricordi di portare in dono un parquet nuovo al Palazzetto. Né tantomeno Platinette, troppo occupato a rilasciare interviste per avere il tempo di fare il suo dovere di Assessore. E così il 24 febbraio 2013 il parquet, sentendosi trascurato da tutti, pensa bene di far sprofondare  un’altra porzione di listelle.

Ed anche in questa occasione Platinette rilascia l’ennesima intervista per dichiarare che il Comune provvederà a breve alla sistemazione completa della pavimentazione in legno del palazzetto. Si dovrà però attendere la conclusione dei campionati (estate 2013) per operare sul parquet in quanto l’intervento richiederebbe un periodo di tempo non inferiore a un mese. «Stanno già arrivando i primi preventivi e quindi entro l’estate (2013) dovremmo essere pronti a sistemare definitivamente i continui problemi che si susseguono sul pavimento del palazzetto».

 

7^ PUNTATA

 

Ed anche il terribile inverno del parquet passa, lasciando spazio ai primi tepori primaverili ed estivi. Siamo alla vigilia della Festa della Repubblica ed il nostro Platinette, in combutta del Sindaco, invece di risolvere il problema, pensa bene di riunire le società sportive. Naturalmente è lo stesso Platinette a rilasciare, il 1 giugno 2013, un’intervista per comunicare al popolo i risultati dell’incontro con le Società: “Purtroppo in bilancio, a causa del patto di stabilità, non ci sono soldi per le strutture sportive».

Il Sindaco, invece, dichiara che dovrebbe essere pronta entro l’estate (2013) la palestra polifunzionale di Villa d’Arco, che non riuscirà comunque a soddisfare tutte le esigenze delle società di pallavolo e di basket. Restano quindi al palo, per il momento, la necessità di mettere in sicurezza il parquet e di eliminare le infiltrazioni di acqua dallo stesso tetto del palazzetto dello sport. Ma allora l’ex Sindaco, Mucignat, non si limita a far sollevare porzioni di parquet… c’è chi giura di averlo sorpreso, nottetempo, sul tetto del Palazzetto, mentre provocava  infiltrazioni di acqua, per la gioia di Platinette.

 

8^ PUNTATA

 

La situazione ormai si è fatta assai imbarazzante per Platinette che, non sapendo più su chi scaricare il peso enorme della sua inefficienza, trova un nuovo “colpevole”: non più Mucignat ma addirittura gli alpini di Brescia. Infatti, in una epocale intervista alla vigilia di ferragosto, il nostro annuncia di rinviare i lavori di rifacimento del parquet, perché il Palazzetto ospiterà 500 alpini di Brescia (dal 9 all’11 maggio 2014) in occasione dell’adunata nazionale a Pordenone. Niente di fatto, quindi. Tutto rinviato all’estate 2014. E così anche stavolta Platinette riesce a NON fare quello che invano promette da 2 anni e passa. Naturalmente per colpa di Mucignat, s’intende.

 

 

 

 

9^ PUNTATA

 

E siamo già a fine agosto 2013. Dopo due anni e più di chiacchiere e di interviste il parquet del Palazzetto resta desolatamente sconnesso. Non decolla neppure la nuova palestra polifunzionale “autoreggente” di Villa d’Arco, promessa da tempo sia da Ongaro che dall’Assessore Fandonio nell’intervista del 1 giugno. Anna Fenos rimane in Fiduciosa attesa. Marco Michelin e Milena Bidinost attendono la prossima esternazione con relative promesse al triplo salto capriato. Le Associazioni sportive tacciono. Il popolo assiste sgomento. Nei comuni limitrofi ridono, mentre il sipario cala mestamente e, dalle prime file, qualcuno piange silenziosamente ma con grande dignità.

 

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...