PRESI IN GIRO

Giro2013[1]

Per il giorno della partenza della tappa del Giro si prevedono almeno 50.000 visitatori di cui la metà (25.000), abbagliati dalle bellezze di Cordenons, decideranno di trascorrere le vacanze natalizie, pasquali ed estive a Cordenons e sicuramente la metà della metà (12.500) si stabiliranno definitivamente a Cordenons, portando ricchezze, energie e stimoli all’economia locale.

Migliaia di cordenonesi domiciliati in prossimità della Piazza, impossibilitati ad utilizzare l’auto per alcuni giorni, si abitueranno talmente ad andare a piedi o in bici, da rinunciare per sempre all’auto, determinando svariati effetti positivi, come la riduzione dell’inquinamento, il miglioramento delle condizioni di salute e la prevenzione di gravi malattie provocate da abitudini sedentarie.

I bambini di Cordenons, affascinati dall’evento, si dedicheranno con grande passione al ciclismo iscrivendosi in massa alla SCC (Società Ciclistica Cordenonese). Per consentire ai 3.000 iscritti di potersi allenare in sicurezza, l’Amministrazione comunale realizzerà una rete diffusa di piste in città e nei Magredi per complessivi 100 chilometri.

Giro

L’Assessore Gardonio ha già progettato di utilizzare la quantità enorme di energia prodotta da migliaia di persone che pedalano, convogliandola nel Grande Accumulatore che garantirà l’energia sufficiente per tutte le esigenze della città, consentendoci di diventare la prima città ad energia autoprodotta e rendendo inutile anche la Palestra polifunzionale autoreggente, già attiva da 6 mesi.

Gli industriali locali convertiranno la loro decotte aziende in fabbriche di biciclette, realizzando fatturati talmente grandi ed utili talmente esagerati da attirare investimenti dall’Italia e dall’estero e da garantire piena occupazione in città ed in tutta la provincia

Gli esercenti della Piazza realizzeranno in due giorni i profitti necessari per ingrandire i locali e rilanciare l’offerta dei loro prodotti con inventiva ed innovazioni tali da attirare una clientela sempre più vasta dai comuni limitrofi e da tutta la regione.

Con i miseri 100.000 € stanziati, l’Amministrazione comunale riuscirà ad incamerare da tutti i benefici collaterali dell’evento milioni di euro da investire in opere di pubblica utilità.

L’Assessore Platinette, per i meriti conquistati sul campo di questa importantissima iniziativa, sarà candidato a Sindaco ed eletto con il 93% dei consensi, al posto dell’inefficiente Ongaro. 

Più o meno è quello che hanno fatto credere.

La realtà è, purtroppo, molto diversa.

Ci hanno presi in Giro

La città amministrata da costoro NON è “Città di tappa”, ma “Città che sa di tappo”.

Se proprio volevano organizzare un Giro, sarebbe stato meglio per tutti un  “Giro pizza”.

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...