DIARIO DI UN FALLIMENTO ANNUNCIATO

1. All’Ordine del Giorno con cui si voleva condannare lo spot elettorale “Prima i nostri” tacciato di pregiudizio e prevaricazione, il Sindaco rispondeva che, fermato durante la campagna da numerosi elettori che gli chiedevano di tutelare i giovani della nostra città, il senso dello slogan era che si sarebbero aiutate/incentivate le imprese del nostro territorio, ove avessero assunto giovani cordenonesi (Consiglio Comunale del 26 luglio 2011); nessuna azione è stata in tal senso intrapresa.

   2. Durante la discussione (27 ottobre 2012, delibera 104) inerente il mantenimento del campetto di calcio al Parco Robinson (a fronte della decisione dell’Amministrazione di rimuoverlo) il Sindaco affermava di avere soluzioni alternative, per preservare il diritto al gioco dei bambini: in particolare (anche sulla stampa), affermava che si ipotizzava uno spostamento presso la piscina. Non c’è più un campetto di calcio per i bimbi.

         3. Al Consiglio comunale del 29 novembre 2011, il Sindaco informava il Consiglio che ci sarebbero stati “ … tempi brevissimi …” per aggiustare la Variante 30; ad oggi (decorso un anno e mezzo) non si è visto alcunchè;

         4. il problema del Distretto Sanitario sarà risolto al più presto affermava il Sindaco (delibera 15, Consiglio Comunale 16 febbraio 2012); a distanza di un anno, il Distretto ha chiuso i battenti già dai primi di gennaio 2013;

         5. Con Delibera n° 39 votata all’unanimità il 22 marzo 2012, il Consiglio Comunale impegnava il Sindaco a prevedere sul Piano Triennale delle Opere pubbliche la sistemazione definitiva del Campo Assi, il completamento o la riconversione della palestra polifunzionale sorta nel retro del Centro Culturale, a chiedere alla Giunta Tondo il finanziamento necessario per il completamento degli impianti di cui sopra; nulla è stato fatto.

         6. Sempre in data 22 marzo 2012, veniva discussa una interpellanza sul “caso STI” (delibera 35) presentata dalla Lista Del Pup, Lista Vampa UDC, Gruppo Misto, che si concludeva (punto 7) con l’invito a procedere celermente ove si fossero evidenziati danni erariali provocati all’Ente; nonostante le promesse, ancor oggi a distanza di un anno, si assiste ad un balletto di cifre (per l’assessore De Benedet a novembre 2012, risulterebbero 30mila euro di crediti verso la STI) ma non si è ancora agito per recuperare nemmeno un euro;

         7. Con delibera 43, il Consiglio Comunale il 5 aprile 2012 approvava (contrario il solo De Benedet) un ordine del giorno 5 che imponeva l’adozione di un regolamento per le video riprese del Consiglio Comunale, la pubblicazione sul sito internet del Comune di tutte le determine degli uffici, nonché delle trascrizioni dei Consigli Comunali; ad eccezione della questione relativa alle videoriprese (attualmente in discussione avanti la competente Commissione), nulla è stato fatto dopo un anno.

         8. Sempre in data 5 aprile 2012, interrogato dalla Lista Vampa sui costi dello smaltimento della pubblicità cartacea diffusa sul territorio anche al fine di prevedere un’eventuale tassazione per abbatterli, nonché su di un piano per la cartellonistica pubblicitaria (delibera 48), l’Assessore ai LLPP rispondeva che si farà al più presto uno studio al riguardo, cercando di risolvere il problema. L’interrogante si dichiarava soddisfatto “ … purchè si faccia presto …”. Decorso un anno, non se ne sa nulla.

         9. Ancora in data 5 aprile 2012, il Consiglio Comunale approvava all’unanimità (delibera 49) di consentire a tutti gli asili nidi privati (e non ad uno solo) di effettuare alcune ore di stage presso l’asilo pubblico. Anche qui pare non sia stato fatto nulla.

         10. Durante il Consiglio Comunale del 16 aprile 2011, la Lista Del Pup presentò un’interrogazione (delibera 54), con cui si chiedeva se era prevista una comunicazione ai cittadini che si erano visti trasformare la destinazione urbanistica dei loro immobili (da agricola ad edificabile); ciò per informarli dell’obbligo di corrispondere un importo più consistente per l’ICI, evitando così sanzioni; il Sindaco rispondeva che “ … è chiaro che dobbiamo procedere attraverso una comunicazione ai cittadini …”, ma pare che al contrario nulla si sia fatto;

         11. Sempre durante il Consiglio Comunale del 16 aprile 2012, la Lista Del Pup, interrogò il Sindaco per sapere quali decisioni egli avrebbe adottato sul “Macello”, stante la prossima scadenza della convenzione (delibera 56): “ … noi stiamo cercando di dare una risposta adesso e mi auguro di darla proprio in tempi brevissimi …”. Trascorso un anno, di decisioni non se ne sono viste.

         12. In data 16 aprile 2012 (delibere 56 e 57), discussa anche una interrogazione al riguardo, si trasformò in raccomandazione un Ordine del Giorno per prevedere nei prossimi bilanci le risorse per una rotonda di collegamento tra Via Musil e la SS.13; nonostante le promesse di novità a breve (del Sindaco e dell’Assessore ai LLPP), nulla si è visto.

         13. Sempre il 16 aprile 2012, interrogato sulla legittima collocazione di un cancelletto con cui alcuni privati accedevano direttamente sul parco pubblico di Via Palladio (delibera 60), il Sindaco rispondeva che erano in corso accertamenti e che ne era pienamente a conoscenza: problema ad oggi non risolto.

         14. Con ordine del giorno votato all’unanimità (Delibera 62, Consiglio del 16 aprile 2012) il Consiglio Comunale impegnava Sindaco e Giunta ad attivarsi al fine di verificare i costi e la fattibilità (poi comunicando il tutto) circa la collocazione di lampade a led e/o di un impianto fotovoltaico presso il Cimitero. Non se ne è saputo più nulla.

         15. Ancora in data 16 aprile 2012 (Delibera 62), il Consiglio Comunale all’unanimità deliberava di sostenere, anche con partecipazione diretta e personale del Sindaco e della Giunta, il progetto di realizzazione di un Centro per Emodializzati, Trapiantati e Nefropatici. Più saputo nulla.

         16. In sede di approvazione del bilancio previsionale 2012 avvenuta il 26 aprile 2012, su sollecitazione di alcuni consiglieri comunali che poi ritirarono il relativo ordine del giorno trasformandolo in raccomandazione, il Sindaco informava che non sarebbe stato necessario presentare ordini del giorno e/o emendamenti in materia, posto che era pienamente avviato il progetto per creare una città cardioprotetta, anche attraverso l’acquisto di alcuni defribillatori. A distanza di un anno nulla è stato fatto.

ongaro 3

         17. Durante la discussione del bilancio (26 aprile 2012) il Consiglio Comunale approvava all’unanimità di inoltrare la richiesta alla Regione di contribuzione straordinaria per sistemazione parquet del palazzetto. Risulta non fatto.

         18. Sempre durante la discussione del 26 aprile 2012, veniva approvato un emendamento diretto a “… provvedere urgentemente alla ristrutturazione dell’attuale sistema degli impianti pubblicitari al fine di garantire un maggiore introito e di coinvolgere la Commissione Consiliare Bilancio …” . Nulla è stato fatto.

         19. Durante i lavori consiliari (delibera 83) di data 12 luglio 2012 e relativamente ad un contributo di 10mila euro destinato alle popolazioni terremotate, il Sindaco affermava che non ci sarebbe stata solo una vicinanza economica alle popolazioni colpite: “ … sappiamo che gli interventi, i soldi di per sé non sono sufficienti a dare comunione alle persone, a farci sentire vicini, solidali nelle loro opere. Allora, questo lo dico perché è di questi giorni, in modo tale che non mi diciate <<eh, ma non ci siete riusciti>>, stiamo facendo i salti mortali per realizzare a fine agosto degli incontri con le comunità di Mirandola, ma non è detto che sia esclusivamente di questo paese, di portare dei giovani che faranno degli spettacoli musicali qui a Cordenons e poi noi andremo in quel posto assieme ai commercianti …” Inutile dire che non si è realizzato nulla.

         20. Sempre in data 12 luglio 2012, il Consiglio Comunale approvava all’unanimità (delibera 87) l’impegno a valutare un piano per programmare un progressivo miglioramento della possibilità di accesso per i disabili a tutte le strutture di edilizia pubblica. Non risulta fatto alcunchè.

         21. In data 26 luglio 2012, a seguito di specifica interrogazione sui tempi previsti per l’assegnazione delle sedi alle associazioni (delibera 92), il Sindaco rispondeva “a settembre”. Oggi sono decorsi 6 mesi e le sedi sono ancora libere.

         22. Durante il Consiglio Comunale del 26 luglio 2012 fu discussa una interrogazione (delibera 103) con la quale si domandava quale effetto avesse una recente sentenza della Corte Costituzionale che demoliva la normativa in materia di dimensionamento scolastico, anche alla luce della scelta del Sindaco di istituire un istituto comprensivo nel nostro territorio. “Verificheremo”, è stata la riposta, poi non si è saputo più nulla.

         23. Facendo seguito all’interrogazione rubricata come delibera 102, nel consiglio del 26 luglio 2012, la Giunta rispondeva che era in corso di analisi la possibilità di ricorrere a software gestionali diffusi gratuitamente, risparmiando i costi delle licenze. In particolare ci si riprometteva di  “ … fare pressioni su Halley, perchè anche Halley si aggiorni alla tendenza ed il trend che si vuole intraprendere …”. Non ci sono aggiornamenti sul punto e continuiamo a sostenere costi che probabilmente si possono evitare.

         24. Con delibera 96, il Consiglio Comunale il 26 luglio 2012 approvava all’unanimità un ordine del giorno diretto a “ … predisporre un adeguato progetto di restauro del monumento per restituirlo al pieno decoro istituzionale, verificando anche la disponibilità al coinvolgimento dell’Istituto d’Arte  e/o attraverso anche i finanziamenti provinciali e/o regionali …” Alcuna attività di quelle descritte è stata fatta.

         25. In data 10 ottobre 2012, il Consiglio Comunale con delibera 117, impegnava Sindaco e Giunta a domandare l’installazione di cartellonistica stradale, atta a segnalare sulla Cimpello-Sequals la svolta per l’abitato di Cordenons. Non risulta ancora affisso alcun cartello dopo 5 mesi.

         26. Sempre in data 10 ottobre 2012, con delibera 118, il Consiglio Comunale votava all’unanimità un ordine del giorno con cui ci si impegnava a programmare un evento, in occasione dell’Anno Europeo della Cittadinanza attiva e della solidarietà. Impossibile per il 2012, l’evento è da farsi entro la primavera del 2013, ma non pare presa alcuna iniziativa al riguardo.

         27. Con delibera 119, il Consiglio Comunale del 10 ottobre 2012 approvava all’unanimità di impegnare Sindaco e Giunta a porre in essere “  … azioni per l’acquisizione del parco ex Repezza dalla società STU Makò …” Anche in questo caso…lettera morta.

         28. Ancora il 10 ottobre 2012, il Consiglio Comunale approvava all’unanimità (delibera 122) un impegno teso a superare la crisi economica, coinvolgendo “ … la Commissione Comunale delle attività produttive unitamente a quella dell’Agricoltura, per avviare un’analisi partecipata delle problematiche economiche ed individuare iniziative possibili di sostegno e rilancio … (nonché, ndr) informare il CC con una relazione specifica, per valutare provvedimenti appropriati da assumere …” Alcuna iniziativa è stata presa.

         29. Durante il Consiglio Comunale del 24 ottobre 2012, il Sindaco si era preso l’impegno (delibera 129) di contattare i proprietari di un’area sita in Via Bellasio che, non acconsentendo all’asfaltatura della loro proprietà, avevano di fatto determinato la chiusura di una Via pubblica. Una relazione doveva esser fatta entro tre mesi, comunicando al Consiglio. Non fatto.

         30. Sempre in data 24 ottobre 2012, con delibera 133, il Consiglio Comunale approvava l’impegno a stendere un progetto propedeutico per collocare uno stabilimento balneare in Meduna. Nessuna progettazione avviata.

         31. Nessuna iniziativa presa, nemmeno per la raccolta del materiale in vista dell’apertura del Museo contadino (25 ottobre 2012, delibera 136).

         32. Sempre in data 25 ottobre 2012, il Consiglio Comunale respingeva la richiesta di istituire una Commissione d’indagine a fronte delle continue lamentele dell’assessore De Benedet sullo stato degli impianti sportivi, ma prevedeva un impegno da parte del “ … Sindaco e della Giunta a nominare due istruttori all’interno dell’organico comunale, con il compito di produrre una relazione sullo stato di fatto degli impianti sportivi e di trasmetterla alla terza Commissione Consigliare e al Consiglio Comunale …”. Decorsi 4 mesi non si è visto nulla.

 

 

 

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...