QUANDO METTONO I TOPI A GUARDIA DEL FORMAGGIO, O FACCIAMO I GATTI O CONTINUAIAMO A BELARE

Esisteva, una volta, la Commissione urbanistica, poi sostituita dalla COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO. L’ex sindaco, Mucignat, aveva nominato persone con una storia culturale e di impegno civile a difesa dell’ambiente e del paesaggio. Il nuovo (che.. è avanzato) Sindaco, Mario Tse Ong, ha revocato l’incarico a quei componenti, perché “troppo rigidi”. Certo, vuole una Commissione più “elastica” ed infatti ha nominato tre nuovi componenti, dichiarando (dal Gazzettino del 13 settembre 2012)  che “ … I curricula dei tre professionisti sono stati valutati come i più idonei”.

Così, con delibera 159/12 ha nominato, tra questi tre, il geom. TOME’ Bruno quale membro della Commissione Locale per il Paesaggio. Il suddetto è molto conosciuto in città sia per la sua nota agenzia immobiliare, sia per la sua “carriera” politica. Più volte consigliere comunale (PDL) e Presidente del Consiglio comunale nell’ultima fase della seconda giunta Del Pup.

Embé?

Facciamo un passo indietro e andiamo a spulciare una sentenza, la n° 106/07 del Tribunale di Pordenone, con la quale il geom. Bruno TOME’ è stato condannato penalmente per reati contro il paesaggio (sentenza passata in giudicato) alla pena di mesi uno, giorni 10 di arresto ed euro 11.000 (undicimila euro) di ammenda, con sospensione condizionale della pena subordinata all’avvenuto ripristino dei luoghi.

Il geom. TOME’ è stato condannato, quale progettista, per aver eseguito “ … opere in difformità dalle autorizzazioni, in particolare bonificando ed inglobando nel terreno coltivabile l’esistente capezzagna e tracciando un nuovo percorso posto circa a mt 20 più a sud e realizzando una nuova condotta di irrigazione, così cagionando la modificazione permanente di luoghi gravati da vincolo ambientale, perchè posti a meno di mt. 150 dal corso d’acqua pubblico denominato “Rio Gravotti” iscritto al nr. 64 dell’elenco delle acque pubbliche della provincia di Pordenone. Accertato in Cordenons, in data 14 maggio 2004.

Come da prassi, gli atti relativi sono tutti depositati nei competenti Uffici Comunali.

Mario Tse Ong non sapeva?

Gli assessori non sapevano?

Gli uffici comunali non hanno informato il Sindaco?

CI PENSA SATYRIFOLP. Sappiamo che il Sindaco ci segue molto e vogliamo rendergli un servigio, per il bene della città e del suo paesaggio.

Nominare Tomé nella Commissione per il Paesaggio è come mettere Rocco Siffredi nella Commissione Verginità…oppure Benigni nelle Onoranze Funebri…o Berlusconi in un Collegio di nipotine…

O forse Mario ne era informato e ha ritenuto la condanna di Tomé ininfluente?

Sarebbe GRAVISSIMO e, per il bene della città, Saty si augura che non sia così.

Annunci

Facci ridere, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...